Seguici su Facebook
it | en

Dal 1834 a oggi

Rivivi le tappe della storia dell’Antica Focacceria San Francesco per riscoprire insieme le persone, gli eventi e i sapori che hanno fatto di un’antica cappella un luogo di culto per il palato. Una vera e propria fucina di idee, ricette e piatti che affondano le proprie radici in secoli di tradizioni gastronomiche siciliane, greche, arabe, spagnole e francesi.

  • 1834

    1834

    Dopo 25 anni passati come maestro di cucina al servizio dei Principi di Cattolica, Salvatore Alaimo riceve in dono la cappella sconsacrata di un antico palazzo nel cuore di Palermo. Sulla porta d’ingresso appende una tavola di legno con un’incisione che recita “Focacceria” e decide di cucinare per il popolo

    1834
  • 1848

    1848

    In onore della Sicilia che festeggia l’indipendenza dai Borboni, il primo governatore del nuovo Regno organizza un banchetto proprio in Focacceria a base di sfincioni, focacce e marsala.

  • 1851

    1851

    Nasce la “focaccia maritata”, creata da Alaimo per consentire anche alla povera gente di mangiare carne: un taglio economico, ma cucinato in modo raffinato, viene aggiunto alla tradizionale “focaccia schietta” (nubile).

    1851
  • 1860

    1860

    Prima di risalire l’Italia per unificarla, Giuseppe Garibaldi si ferma a Palermo, accampandosi nella piazza della Focacceria, che per una decina di giorni diventa la sua mensa quotidiana.

  • 1861

    1861

    La nobiltà palermitana si scaglia contro la Focacceria S. Francesco, che svela e diffonde al pubblico l’ottima “pasta ch’i sardi”, fino a quel momento, preparazione riservata alle mense reali. La ricetta è la stessa utilizzata ancora oggi.

  • 1890

    1890

    Da Pirandello a Sciascia a Guttuso, sono decine gli illustri scrittori e artisti che si incontrano abitualmente alla Focacceria, che diventa così un caffè letterario, una sorta di circolo culturale.

    1890
  • 1901

    1901

    L’architetto Ernesto Basile, mentre siede insieme al noto Vincenzo Florio a un tavolo della Focacceria, disegna su una tovaglia l’attuale logo, il prospetto del locale, i tavoli in ghisa e le sedie in ferro battuto.

    1901
  • 1902

    1902

    A 60 anni dalla nascita, il locale viene definitivamente battezzato “Antica Focacceria San Francesco” e nel menù entrano nuove deliziose pietanze, presenti ancora oggi: arancine, panelle e sarde a beccafico, per citarne alcune.

  • 1919

    1919

    Nino Alaimo viene a mancare e la figlia Ermelinda prende le redini dell’azienda di famiglia, insieme alle numerose sorelle e ai nipoti. Una famiglia appassionata e numerosa per portare avanti la tradizione.

  • 1939

    1939

    Mario e Nunzia D’Accardio iniziano ad affiancare la zia Ermelinda nella gestione dell’Antica Focacceria. Sono questi i momenti in cui il cibo schietto e ben preparato conquista il cuore della gente del quartiere. Quando il cugino Nino Conticello eredita il locale, questo è già una vera e propria istituzione per la città di Palermo.

  • 1950

    1960

    Da Nuvolari a Vaccarella a Gendebien, ad ogni edizione della Targa Florio, i piloti vanno a festeggiare in Focacceria con Vincenzo Florio. Lo storico inventore della gara è da sempre assiduo frequentatore della Focacceria, dove ancora oggi esiste una sala a lui dedicata.

    1950
  • 1970

    1990

    Da Mattarella a La Malfa, da La Torre ai giudici Falcone e Borsellino: sui tavoli dell’Antica Focacceria si ritrovano politici e uomini pubblici di tutti gli schieramenti. Gustano “Pani e panelle” o una “Maritata” in un ambiente familiare.

    1970
  • 1984

    1984

    Vincenzo e Fabio Conticello, ultimi eredi del fondatore Salvatore Alaimo, prendono in mano la gestione di Antica Focacceria di San Francesco a Palermo. Hanno un sogno: portare l’azienda di famiglia al di fuori della Sicilia, aprendo punti vendita in tutta Italia ed anche all’estero, dove l’insegna è conosciuta già da decenni.

    1984
  • 1988

    1988

    Numerose sono le conferme e le partecipazioni importanti. Perfino a New York, dove - in occasione del Columbus Day - viene scelta proprio Antica Focacceria San Francesco per organizzare il banchetto ufficiale, presso lo storico Waldorf Astoria Hotel. Un’opportunità unica ed un grande successo.

  • 1989

    2008

    Antica Focacceria lavora duramente per perfezionare le proprie ricette e portare la tradizione ai livelli di eccellenza. Allo stesso tempo, cresce la volontà di una scelta etica e civica di rispetto per i collaboratori e per il cliente. Dalla scelta delle materie prime alla selezione della propria forza lavoro, Antica Focacceria sta dalla parte della correttezza.

    1989
  • 2009

    2009

    Apre a Milano, alle spalle del Duomo, la prima sede dell’Antica Focacceria San Francesco fuori della città di Palermo. Inizia così un piano di espansione sul territorio, per diffondere la tradizione della cucina popolare siciliana e le specialità di Palermo.

  • 2011

    2011

    Apre Antica Focacceria S. Francesco nell’aeroporto di Fiumicino (Roma), nel terminal degli imbarchi internazionali. Un piccolo chiosco che segna un enorme gradimento degli avventori, che spesso portano via con sé un saporito ricordo.

    2011
  • 2012

    2012

    Aprono altri 4 ristoranti, a Milano e a Roma. Intanto si progettano altri locali, nuovi angoli d’Italia dove diffondere i profumi di una tradizione tanto amata.

    2012
  • 2013

    2013

    La cultura incontra il cibo, Antica Focacceria San Francesco e Gruppo Feltrinelli per la ristorazione di qualità. L’alleanza tra Antica Focacceria San Francesco e il Gruppo Feltrinelli nasce dalla condivisione di valori quali etica e impegno civile e si sviluppa nella volontà comune di promuovere e diffondere cultura, anche attraverso il cibo.

  • 2015

    2015

    anno 2015